Certificazione BIM: Accredia e UNI insieme ad un tavolo di lavoro

Dopo la sospensione della Circolare Informativa BIM, Accredia chiede ad UNI un tavolo di lavoro su modalità e requisiti della Certificazione per Professionisti BIM

Letto 2909 volte
Certificazione BIM: Accredia e UNI insieme ad un tavolo di lavoro
01/04/2019 – Come anticipato in un precedente articolo (per leggerlo clicca QUI), in data 22 marzo Accredia ha deciso di sospendere la Circolare Informativa N° 08/2019 avente ad oggetto “Disposizioni in materia di certificazione e accreditamento per la conformità alla norma UNI 11337-7:2018 “Edilizia e opere di ingegneria civile – Gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni - Parte 7: Requisiti di conoscenza, abilità e competenza delle figure professionali coinvolte nella gestione e nella modellazione informativa” approvata soltanto 7 giorni prima.
 

La decisione di Accredia

Motivo principale della sospensione è stato il malcontento, generato tra molte categorie di professionisti delle costruzioni, dai requisiti necessari per ottenere la certificazione ritenuti immotivatamente troppo stringenti. Il maggior oggetto delle polemiche è stato il requisito minimo del possesso di una "Laurea magistrale o quinquennale di laurea specialistica conseguita secondo gli ordinamenti didattici vigenti al momento, ed iscrizione ai relativi albi professionali" per accedere alla certificazione e accreditamento per diventare BIM Specialist, BIM Coordinator, BIM Manager e CDE Manager, nonché lo scarso peso attribuito all’esperienza pratica in area tecnica e specificatamente nella progettazione BIM per i BIM Specialist.

Per questi motivi Accredia rende noto tramite un comunicato stampa di aver richiesto ad UNI, l’Ente italiano di normazione, l’avvio di un tavolo di lavoro a cui parteciperanno tutte le parti rappresentative, con lo scopo di definire una prassi di riferimento condivisa in materia di certificazione accreditata BIM. Il tavolo di lavoro servirà a dare indicazioni agli Organismi di certificazione, a loro volta accreditati da Accredia, sulle modalità da seguire per la qualificazione dei nuovi profili professionali legati al mondo della progettazione in BIM. Si tratterà quindi di definire modalità d’esame e requisiti di accesso, che siano condivisi da tutte le parti coinvolte.
 

Filippo Trifiletti, Direttore generale di Accredia, ha dichiarato: “Già con la sospensione della circolare n.8/2019, Accredia ha dimostrato di ascoltare le esigenze e le istanze dei settori coinvolti. Proprio per questo motivo abbiamo chiesto ad UNI l’attivazione, nel più breve tempo possibile, di un tavolo di lavoro con le parti rappresentative. In questo modo avremo la possibilità e il tempo necessario per registrare le posizioni e agire nell’interesse di tutti gli attori.”


Per leggere il comunicato stampa originale di Accredia, CLICCA QUI.  
 
 
logo Accredia
Logo di Accredia
 
Accredia è l'Ente unico nazionale di accreditamento designato dal Governo italiano. Il suo compito è attestare la competenza, l’imparzialità e l’indipendenza di chi deve garantire un grado elevato di protezione degli interessi pubblici, quali la salute, la sicurezza e l’ambiente.
Accredia è un’associazione privata senza scopo di lucro che opera sotto la vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico e svolge un’attività di interesse pubblico, a garanzia delle istituzioni, delle imprese e dei consumatori.

Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento segui la nostra redazione anche su Facebook
 
Lascia un commento

Notizie correlate

Vai al prossimo articolo
Professionisti BIM: Accredia pubblica i requisiti di accesso alle certificazioni ma è costretta a sospendere la procedura
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Tumblr Condividi su Pinterest
Salva in: